Il primo pezzo del puzzle

Dopo le chiacchiere estive sotto l’ombrellone e le cene di cortesia di inizio autunno,
finalmente con l’arrivo della cattiva stagione cominciano a diradarsi le nebbie che
attanagliano il futuro della nostra Amministrazione. Il primo pezzo del complicato puzzle che si va formando in vista della prossima tornata elettorale è, come previsto, la candidatura o meglio auto-candidatura del primo aspirante alla poltrona di sindaco della città di Copertino: parliamo di Vincenzo De Giorgi.

Qualcuno si era illuso che il nostro questa volta si sarebbe accomodato in qualche
coalizione più larga che comprendesse qualcuno dei partiti storici o pezzi di essi. Così non è stato e fedele al suo spirito iniziale De Giorgi fa tutto da solo e come nelle passate elezioni si presenta con il corredo di un buon numero di liste “civilissime” che, almeno all’apparenza, con i partiti storici non hanno nulla a che fare. Per questo parliamo di autocandidatura (molte delle liste portano il suo nome variamente declinato).

Solo all’apparenza però perchè, come tutti sanno e De Giorgi non fa nulla per nasconderlo, il vero sponsor dell’operazione è il presidente della regione Emiliano che almeno in teoria fa parte, ancora, del Partito Democratico.

Ma in questo tempo di marasmi politici non c’è nulla da meravigliarsi se gli schieramenti un tempo granitici si frantumano come specchi infranti. Fatto sta che a poche ore dall’elezione del presidente della provincia di Lecce, a dire di tutti stravinte dalla strategia Emiliano, anche a Copertino il primo tassello sembra portare proprio la firma del corpulento presidente della regione. I democratici nostrani se ne facciano una ragione.

degiorgi 2
Vincenzo de Giorgi insieme all’Assessore Regionale Sebastiano Leo

La vera novità della candidatura De Giorgi sembra essere quindi una strategia nuova che va oltre il logorato schema centro – sinistra Vs centro – destra e si propone ad un bacino di consenso più ampio, guardando addirittura fuori dalle mura cittadine in un’ottica di alleanza intercomunali.

Chiaramente ad oggi il programma non può che essere generico, invocando supposte
iniziative che incrementino il turismo, la tutela dell’ambiente o la partecipazione dei giovani alla politica. Per le proposte concrete c’è tempo, essendo la campagna elettorale solo alle prime battute.

Per il momento non ci resta che aspettare gli altri posizionamenti, gli altri pezzi del puzzle appunto, primo fra tutti la riconferma (o no) della sindaca uscente e l’accaparramento dei voti della Lega intorno ai quali la bagarre e forte anche se silenziosa. Tutto il resto è contorno.

PS. La presenza dell’assessore Leo dona alla candidatura De Giorgi un’aureola di governo
così come la presenza di sindaci e vicesindaci del vicinato. Certo del governo regionale ci si deve, per coerenza, far carico degli onori ma anche degli oneri.

de giorgi3

degiorgi4
alcune immagini della serata

G. C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: